Selvaggina on line
Selvagginaonline

luned 20 novembre 2017
Selvaggina On Line

Sezioni

Home
Mercato On Line
News
Articoli - Tecnica
Specie
Patologie
Come fare...
Appuntamenti
Pubblicit
Links
E-cards
Photo Gallery

 Aziende

Allevamenti
Faunistico-Venatorie
ATC

Attrezzature

Incubatrici
Mangimi
Integratori
Accessori

Tempo

Cartina d'italia
Satellite

Mailing List

la tua e-mail


Area Utenti

utente
password
non sei registrato?registrati gratis

 

Come fare...

Recinti per lallevamento a terra della lepre

a cura di Maurizio Arduin (Veneto Agricoltura)

Originariamente abitatrice delle steppe, la lepre si adattata alle zone coltivate. Pur preferendo i terreni pianeggianti e collinari, pu essere allevata anche in montagna fino verso i 2.000 m s.l.m. Non ama per vivere nei terreni freddi e umidi ove al mattino la rugiada si mantiene a lungo, come pure nelle pendici ombrose.

Queste indicazioni comportamentali sono basilari per la scelta dei terreni da destinare allallevamento a terra della lepre. Questi infatti devono essere asciutti, sabbiosi e ben drenato con una pendenza, o una sistemazione, sufficiente a consentire la rapida eliminazione delle acque superficiali.

In un recinto di anche 600 m2 si possono collocare 1 maschio e 2-4 femmine: lottimale comunque un recinto di 2.000 m2.

Fondamentali per questo metodo dallevamento la recinzione. Il suo scopo principale non quello di evitare la fuga delle lepri ma bens quello di limitare lingresso di predatori. In natura il principale predatore delle lepre la volpe ma negli ultimi anni, specialmente nei recinti a terra, la maggiore predazione avvenuta ad opera di gatti selvatici e domestici.

Questa deve essere realizzata preferibilmente con paletti in ferro distanziati 2-2,5 m. Lutilizzazione di palificazioni in legno o cemento consentono la salita di gatti e mustelidi (faine, ecc.).

Allapice devono essere piegati verso lesterno in modo da creare una sporgenze antigatto.

Per impedire lo scavo, da parte di cani e volpi, esternamente alla recinzione deve essere sistemata una fascia di rete di cm. 50 appoggiata sul terreno.

In basso, per almeno 30 cm., rete a maglie fini per impedire la fuga dei leprotti.

Piante arbusti e rami devono essere sufficientemente lontani dalla recinzione per non essere utilizzati come trampolino di lancio da parte di predatori.

Allinterno del recinto possono essere piantati alberi da frutto o da legno. La vegetazione che ricopre il terreno (che in competizione con le piante da frutto) non deve per essere ridotta per mantenere un ambiente idoneo ala lepre. Va ricordato poi che le irrigazioni nuocciono alla lepre.

Si consiglia inoltre di conservare o ripristinare le siepi. La lepre preferisce strisce cespugliose poco fitte alternate a zone dove la circolazione a terra pi facile favorendo cos la fuga in caso di pericolo

I terreni molto cespugliati devono invece essere smacchiati regolarmente a strisce in periodi dove non si provochino danni ai leprotti (da luglio-agosto in poi).

Come tutti i selvatici la lepre ama la diversificazione ambientale che pu essere creata artificialmente, allinterno del recinto, con cumoli di sterpaglie, rovi, fronde, balle di paglia, ecc. che specialmente nel periodo estivo, offrono rifugio ai piccoli.

Allinterno del recinto devono essere mantenute costantemente delle zone a terreno nudo dove la lepre ama riposare. Queste possono essere realizzate con dei motocoltivatori a zappa rimuovendo il terreno per una larghezza di un metro e per una lunghezza di 10-15 m.

Creare poi allinterno del recinto cumoli di sterpaglie, rovi, fronde,ecc. che specialmente nel periodo estivo, offrono rifugio ai pi piccoli.

Bruciare delle fronde onde creare delle zone coperte di cenere dove le lepri di notte le utilizzeranno per compiere operazioni di pulizia liberandisi dagli ectoparassiti.

Il recinto deve anche disporre di una piccola pozza dacqua che pu essere artificiale o naturale.

Sono preferibili due recinti per garantire una rotazione annuale. Uno viene messo a coltura (lavorazione e semina autunnale e primaverile di medica, orzo e bietola, cereali, topinambur, ortaggi, ecc.) e risanato e il secondo ospita la nuova popolazione (e viceversa)

Come fare...|top

 


 

 Articoli - Tecnica


Dr. Jim ClaryManzano Valley Pheasantry

I FAGIANOTTI - LE PRIME CURE


Dr. Marco Fontanelli Medico Veterinario

RACCOLTA, CONSERVAZIONE E DISINFEZIONE DELLE UOVA DI FAGIANA

 News


Dott. Maurizio Arduin

E' online il nuovo sito sulla biodiversit


Indagini popolazione di lepri della Provincia di Grosseto

Monitoraggio sanitario e valutazione dei parametri ecologici

 Patologie


Da Dr. Tom W. Smith

MALATTIE VIRALI - DIFTERO-VAIOLO AVIARE


Da A Manual of POULTRY DISEASES

PRINCIPI DI PATOLOGIA AVIARE
    footer
_____________
- Soluzioni per l'e-business. All rights reserved.
L'utilizzo di qualsiasi tipo di materiale presente su selvagginaonline.it 蠣onsentito solo previa autorizzazione scritta da parte della redazione.

Michael Kors Borse Hermes Borse Fendi Borse Balenciaga Borse nike free run Michael Kors Väskor Louis Vuitton Väskor balenciaga borse gucci scarpe ルイヴィトン バッグ モンクレール ダウン ミュウミュウ バッグ グッチ バッグ グッチ 財布 プラダ バッグ マイケルコース バッグ Michael Kors Schweiz